Il principio di funzionamento è la gassificazione di un materiale solido che produce un gas (Syngas) utilizzato per produrre energia elettrica tramite un motore endotermico abbinato ad un alternatore. Il cippato di legno, opportunamente selezionato e seccato, è convogliato al gassificatore, dove avviene il cambiamento di stato da solido a gassoso. Dal raffreddamento del gas così ottenuto si ottiene calore, mentre il gas viene diretto al motore che produce energia elettrica tramite l’alternatore, ed altra energia termica mediante il raffreddamento del motore stesso e dei gas di scarico.

Render della sottounità di gassificazione su telaio

Render della sottounità di gassificazione su telaio

Il decreto del 6 luglio 2012 ha confermato la tendenza legislativa di premiare maggiormente la produzione di energia da piccoli impianti. ESPE ha anticipato il decreto andando a sviluppare un cogeneratore in grado di produrre 49 kWe e 110 kWt: questa taglia permette di andare a coprire i fabbisogni elettrici e termici di un’ampia varietà di aziende, dalle aziende agricole alle case di cura, dagli alberghi alle serre, dai wellness center alle segherie, a qualsiasi altra attività che necessiti di energia termica.