Ecco le risposte alle domande più frequenti che ci vengono poste riguardo i nostri aerogeneratori

Da quanti anni ESPE si occupa di minieolico?

La progettazione degli aerogeneratori eolici ESPE FX da 59 kWp è iniziata nel 2010. A dicembre 2012 è stato installato il primo aerogeneratore ESPE FX presso Biccari (FG).

Dove avviene la produzione degli aerogeneratori ESPE FX?

Gli aerogeneratori FX sono realizzati nella sede ESPE di Grantorto (PD).

É possibile visionare un aerogeneratore ESPE FX in funzione?

Sì, ESPE organizza settimanalmente visite per sopralluoghi presso gli aerogeneratori FX di Biccari e Troia (FG), dove è possibile visionare e verificare di persona le caratteristiche degli aerogeneratori; si possono inoltre, attraverso i dati provenienti dalla supervisione installata sugli aerogeneratori stessi, visionare gli impianti da remoto e visitare lo stabilimento produttivo. 

Che garanzia dà ESPE sugli aerogeneratori FX?

Gli aerogeneratori ESPE FX sono garantiti per 5 anni. Limitatamente alle parti elettriche (inverter, alternatore, ecc.) la garanzia è di 2 anni, con possibilità di estensione.

Che diametro ha il rotore dell'aerogeneratore ESPE FX?

La famiglia di aerogeneratori ESPE FX consta di 2 modelli che si distinguono per il diametro del rotore:
- FX18: garantisce una elevata reattività e resistenza, adatta per siti caratterizzati da ventosità elevate;
- FX21: con un diametro del rotore medio-grande, consente di coniugare una maggiore produzione in condizioni di ventosità bassa garantita dalla maggiore area spazzata dal rotore, ad una efficace e flessibile gestione delle condizioni di ventosità più elevata. Questo modello risulta particolarmente indicato per la maggior parte dei siti italiani, caratterizzati dalla rapida alternanza di venti deboli e bassi a venti turbolenti più elevati, sui quali dunque è necessario installare un aerogeneratore in grado di massimizzare la produzione nei momenti di vento medio-basso ma anche sfruttare i momenti di vento più elevato, ovvero quando, su qualsiasi sito, si va a realizzare la maggior parte della produzione di energia annuale.

La curva di potenza dell'aerogeneratore ESPE FX è certificata da un ente terzo?

La curva di potenza è attualmente in fase di certificazione con analisi sul campo a mezzo di anemometro certificato secondo la normativa IEC 61400-1 ubicato in prossimità dell'aerogeneratore FX-21 installato presso uno dei siti di Biccari (FG). La certificazione della curva consiste in un iter che prevede un’analisi che copre un arco di 6 mesi, nel corso dei quali la produzione del generatore eolico è costantemente monitorata e confrontata con la ventosità rilevata dall'anemometro certificato installato a 2,5 diametri dall'aerogeneratore stesso. L'ente terzo verificatore è l'Università di Napoli.

Sono stati fatti test sul campo sugli aerogeneratori ESPE FX?

A partire dalla fine del 2012 ESPE ha installato 3 aerogeneratori FX di proprietà sui campi test di Biccari e Troia (FG), con lo scopo di sviluppare e testare il prodotto, sul quale vengono apportare continue migliorie.

Come avviene il controllo del pitch sugli aerogeneratori FX?

Gli aerogeneratori FX sono dotati di un sistema di controllo del pitch variabile di tipo oleodinamico brevettato da ESPE.

É possibile monitorare da remoto la produzione di un aerogeneratore FX?

ESPE fornisce un sistema dedicato di supervisione da remoto che consente di monitorare in tempo reale da qualsiasi dispositivo (pc, tablet, smartphone) la produzione e qualsiasi altro parametro di funzionamento dell'aerogeneratore ESPE FX

Chi provvede all'installazione degli aerogeneratori FX e quali sono i requisiti necessari?

ESPE offre in maniera facoltativa il servizio di installazione degli aerogeneratori FX. I requisiti necessari all'installazione sono l'ottenimento di tutte le autorizzazioni obbligatorie presso gli enti interessati (Comune, Enel, ecc.) e la progettazione e realizzazione di un plinto di adeguate dimensioni a valle dell’analisi geologica e delle vie di accesso al sito.

Il vano tecnico è integrato alla torre?

Sì, il vano tecnico, così come tutta la componentistica elettrica, è posizionato internamente alla torre, escludendo così la necessità della predisposizione di una ulteriore costruzione esterna che funga da vano tecnico ed il relativo costo.

L'aerogeneratore ESPE FX è protetto dalle scariche atmosferiche?

L'aerogeneratore FX è dotato di un sistema di protezione dalle scariche atmosferiche e sovratensioni, realizzato secondo le prescrizioni della norma IEC 61400-24, comprensivo di un sistema di captazione nelle pale e sulla navicella, il tutto collegato al sistema equipotenziale mediante contatti striscianti alla struttura della navicella e della torre e all’impianto di dispersione realizzato alla base della torre.

Quali sono i tempi di consegna?

La consegna dell'aerogeneratore FX, fermo restando l'ottenimento da parte del Cliente di tutte le autorizzazioni necessarie e la predisposizione del plinto di adeguate dimensioni, avviene mediamente a 3 mesi dalla Conferma d'Ordine.

Dove è il vano tecnico?

Gli aerogeneratori FX prevedono un vano tecnico incorporato alla base della torre dotato di opportuna coibentazione e sistema di raffreddamento e porta di accesso antiscasso alla sala quadri elettrici. Non vi è pertanto necessità di installare ulteriori vani esterni.

Come avviene il controllo del pitch sugli aerogeneratori FX?

Gli aerogeneratori FX sono dotati di un sistema di Pitch control ad elevata reattività, appositamente progettato e brevettato da Espe per far fronte a situazioni con vento mutevole; il comando del passo è di tipo oleodinamico a pistone gestito da valvola proporzionale, con possibilità di regolazione della velocità di raggiungimento della posizione e della risoluzione.

Perché è stato scelto un sistema di tipo Direct Drive con motore sincrono?

L’utilizzo di un generatore sincrono a magneti permanenti abbinato ad un inverter dual feed, permette di ottenere performance superiori, una regolazione delle curve di utilizzo molto accurate, ed una ridotta rumorosità dei magneti dell’alternatore oltre che una drastica riduzione della manutenzione grazie all’assenza del moltiplicatore di giri.

Come avviene la manutenzione degli aerogeneratori ESPE FX?

Tutte le attività di manutenzione ordinaria inoltre sono possibili dall’interno della navicella, senza necessità di cesta di sollevamento, più costosa e meno sicura: l’accesso è infatti garantito dalla scala esterna fissata alla torre. Dal ballatoio si accede in sicurezza all’interno della navicella, dove si può operare su tutti i dispositivi di controllo di regolazione dell’aerogeneratore FX presenti nella stessa, oltre ad avere la possibilità di operare sulle parti esterne.

Perché è stata scelta l’installazione della scala esterna?

La scala esterna di accesso all’aerogeneratore con binario di sicurezza, consente di eseguire l’attività di manutenzione in assoluta sicurezza, in quanto il controllo del tecnico manutentore avviene in maniera più semplice e più pratica: si evitano in particolar modo le difficoltà derivanti dalle elevate temperature alle quali si arriva ad una altezza di 30 m in particolar modo nel periodo estivo. La scala esterna consente il recupero di una persona infortunata da parte del secondo operatore e la predisposizione all’interno della navicella della barra di aggancio per l’evacuazione rapida con fune di sicurezza, non possibile con la scala interna.